GLI EXTRALISCIO A SANREMO 2021

DALLA ROMAGNA A SANREMO

Per i romagnoli, la bella notizia è che il progetto Extraliscio – dopo aver sfidato le convenzioni dell’industria del ballo e fatto nascere fusioni impossibili – approderà anche sul palco dell’Ariston per la 71° edizione del Festival della Canzone Italiana di Sanremo.
A poco tempo dall’uscita del secondo album «Punk da Balera», la compagine guidata dal cantautore, produttore e sperimentatore Mirco Mariani, dal clarinettista, frontman e cantante Moreno «il Biondo» Conficconi, il cantante Mauro Ferrara, «la voce di Romagna mia» sarà in gara al Festival con la canzone «Bianca luce nera» insieme a Davide Toffolo dei Tre allegri ragazzi morti, a suggellare quel matrimonio fra liscio e punk (o meglio, indie-rock italiano) che sta alle fondamenta del progetto.
Progetto nato alcuni anni fa sotto l’egida di Casadei Sonora di Riccarda Casadei, in collaborazione con l’etichetta indie bolognese Garrincha (quella de Lo Stato Sociale, e pure loro torneranno a Sanremo, dove canterà anche Orietta Berti, che insieme a Lodo del gruppo bolognese e agli Extraliscio ha realizzato qualche mese fa il singolo «Merendine blu»), gli Extraliscio da un oltre un anno sono seguiti e prodotti anche da La Nave di Teseo di un’entusiasta Elisabetta Sgarbi, che su di loro ha realizzato anche un film “Si ballerà finché che entra la luce dell’alba” (proiettato al Festival del cinema di Venezia) dopo averli visti collaborare con lo scrittore Ermanno Cavazzoni.